CAROSELLO ... E POI TUTTI A NANNA
1957 - 1977: 
i vent’anni che hanno
cambiato l’Italia

Vito Molinari è uno che la televisione italiana l’ha tenuta a battesimo (è lui che, il 3 gennaio 1954, ne dirige la trasmissione inaugurale) e ne è stato protagonista per oltre cinquant’anni. È lecito attendersi da un tale personaggio una parola autorevole sulla storia della televisione dai suoi inizi ad oggi. Molinari oggi ci dà qualcosa di più e di diverso: uno spaccato di vent’anni cruciali della vita italiana da un punto di vista privilegiato, quello di una piccola trasmissione – ogni sera attesissima da grandi e piccini – che ha influito come pochi altri spettacoli sul costume italiano e che ha attirato l’attenzione degli osservatori di tutto il mondo. Un fenomeno unico del quale “Le Figaro” del 3 gennaio 1977 disse: “Carosello è il contributo più originale dato dall’Italia alla storia della televisione“.

 

Prefazione di Maurizio Porro

 

 

Rassegna stampa e video

Video

  • il Caballero misterioso e Carmencita

    Nascono nuovi personaggi: una delle più belle invenzioni pubblicitarie di Armando Testa, per il caffè Paulista di Lavazza: il Caballero Misterioso cerca la sua Carmencita, e si svela alla fine essere Paulista, il pupazzo originale della pubblicità del caffè. I due personaggi nascono da due coni in gesso, alti 25 centimetri.

  • Lancillotto

    Lancillotto e Re Artù sono testimonial perfetti dei Pavesini, dal ‘65 al ‘75; incontrano il Sultano e la bella Sulamita, l’orco Geremia, Robin Hood, il Cavaliere Nero, Mago Merlino, il Feroce Saladino. La regina chiede: “Come mai non siamo in otto?” Coro: “Perché manca Lancillotto”.Re Artù: “Po… po... po...poffare… Presto, andatelo a cercare…” “E va beh, ma Lancillotto?” Squilli di tromba e coro: “Arriva Lancillotto, arriva Lancillotto… Succede un quarantotto e tutto a posto va. Morale della favola…” Re: “Ta....ta....taaa... In tavola!”.

  • Mister Linea

    Il disegno più originale di tutti è senz’altro Mister Linea, per Lagostina. Bofonchia con la voce di Carlo Bonomi, stizzoso, permaloso. È solo un tratto, una linea appunto, ma può affrontare qualsiasi situazione, anche un leone o un salto con l’asta. Gli verranno sempre in soccorso la mano e la matita di papà Cavandoli, pronto a ricomporre un vuoto della linea, con originalità e fantasia.

  • Calimero, Joe Condor, il Gigante buono

    Uno dei motivi di successo dei personaggi animati è che sono stati subito adottati dai bambini. Angelino, il primo personaggio animato di Carosello, Calimero, Joe Condor, il Gigante buono sono diventati i migliori amici di bambini e ragazzi, e li hanno seguiti nella loro crescita. Perciò ancora oggi sono ricordati con affetto e nostalgia.

  • Il carosello

    Nel tempo la frase è diventata una citazione, ma negli anni 57/77 era una realtà: veramente i ragazzini andavano a letto dopo aver visto Carosello, eccitati dall’essere rimasti alzati fino a quell’ora, contenti di essersi divertiti con quei personaggi che continuavano a sognare. I genitori erano felici perché i ragazzini non facevano storie né capricci. Era un accordo, un patto che non si poteva discutere né trasgredire. Un dogma assoluto, diventato un “cult”.

ACQUISTABILE ONLINE